giovedì 14 marzo 2013

L'ANTICO LAVATOIO DEL PARK HOTEL






Alla fine di luglio 2006 sono terminati i lavori di formazione di una nuova passerella a lago nel golfo di Maderno nel tratto dall’Hotel Golfo al ristorante “Il muretto”. Nell’ultima parte il camminamento in legno è stato sostituito da quello in cemento, coperto da mattonelle in porfido e, vicino al ristorante, è stato formato un piazzale arredato di panchine dal quale si può ammirare il lago nel suo punto più largo. (Maderno-Bardolino Km.14). Prima di questo piazzale si è passati, forse in modo troppo invasivo, di fronte ed in fianco ad un antico piccolo fabbricato che ha alcune scale che scendono direttamente a lago.
            Si tratta di un lavatoio costruito nel 1895 circa che veniva usato dal retrostante Park Hotel,uno dei primi alberghi sorti non solo a Maderno ma anche nella riviera, gestito fino al 1910 da un cittadino tedesco, un certo Otto Bonhage. All’interno di questo lavatoio vi era una caldaia a legna sopra la quale era posto un grosso paiolo in rame in cui veniva fatta bollire la biancheria dell’albergo stesso.
            Inizialmente fra l’albergo ed il lavatoio esisteva un giardino che, nel 1899, fu espropriato per far posto all’attuale strada statale. Infatti il tratto di questo nuovo tratto di strada  fra il bivio per via Aquilani e la piazza fu costruito in quel tempo a cura della provincia di Brescia. In precedenza la strada “Regia”, così chiamata quella principale, venendo da Fasano proseguiva per via Aquilani e, giunti in piazza, continuava il suo percorso verso Toscolano e oltre, attraverso via Benamati e Via Cavour per giungere al vecchio ponte di Toscolano.
            Com’è possibile osservare tuttora, alla base del lavatoio, che in precedenza era una limonaia che si estendeva fino a lambire il lago, vi sono enormi massi di pietra del tutto simili a quelli esistenti ai lati del porto di Toscolano, attribuiti, da esperti storici, ad una diga romana costruita a protezione delle terrazze dei “giardini di limoni”.

                                                                                                                Andrea De Rossi


2 commenti:

  1. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  2. Grazie a lei per il suo commento! E' per caso parente del proprietario dell'albergo Park Hotel il Sig. Otto Bonhage?

    RispondiElimina