lunedì 18 marzo 2013

IL COLLEGIO PER RAGAZZE EBREE ALL'HOTEL MILANO







Inserzione pubblicitaria della CASA VITA NUOVA di  MADERNO pubblicata da una rivista tedesca nel 1935. Il ritrovamento su internet è avvenuto a cura del sig. Giovanni Saletti che ringrazio.










         Questa foto risale agli anni ’30 del secolo scorso e ci mostra un gruppo di giovani ragazze sul terrazzo dell’Albergo Milano che in quel tempo era adibito a Collegio Femminile, riservato a ragazze di razza ebrea, chiamato “CASA VITA NUOVA”. Lo stabile era allora di proprietà della Banca S.Ercolano di Maderno (assorbita poi dalla San Paolo) che lo aveva acquisito dal fallimento Brivio, proprietario dell’Albergo sin dal 1925.
          Il collegio ospitava numerose giovani ragazze ebree, appartenenti a famiglie benestanti della Germania, ed era gestito dai sigg. Hans e Hubert, i quali assicuravano alle loro ospiti un trattamento signorile e organizzavano insegnamenti di musica, danza, cucito ed altre attività, impartite da persone locali. Con frequenza erano svolte feste danzanti o di musica classica.
           Mia madre, che fu chiamata ad insegnare alle ragazze il cucito ed il ricamo, fu poi testimone diretta della loro grave preoccupazione e del disagio venutosi a creare in seguito alla presa di posizione del governo italiano nei confronti degli ebrei ed alla loro cacciata dall’Italia.
           Il 3 settembre 1938 il governo decise che gli ebrei che si trovavano in Italia avevano l’obbligo di lasciarla entro sei mesi. Per queste persone fu certo un vero dramma, perché non potendo rientrare in Germania dove esistevano leggi ancora più severe nei confronti degli ebrei, dovettero espatriare in diverse parti del mondo, ed in maggioranza scelsero Israele.
            Nonostante l’epoca a loro non favorevole e la diversità di religione, la loro presenza fu ben accettata dalla popolazione locale, molto meno, invece, dalle autorità politiche locali, le quali invece, dopo le direttive emanate dal Governo nei confronti degli ebrei, non nutrivano certamente una particolare simpatia.

                                                                                               

Nessun commento:

Posta un commento