mercoledì 28 gennaio 2015

DECORAZIONI DI G.DE ROSSI SU CASE E VILLE





Non posso fare a meno di ricordare, in questa occasione,mio padre Giovanni De Rossi (1881-1957) che, dopo aver partecipato alla prima guerra mondiale quale Sergente Maggiore degli Alpini, al suo ritorno a casa - pur essendo un autodidatta - un semplice pittore, si è dato alla decorazione di numerose case o ville. Contemporaneamente ha svolto la funzione di insegnante di disegno "ornato" presso la Scuola Professionale serale che si svolse a Maderno dal 1927 in poi: prima presso i locali dell'ex Municipio in Piazza Maderno, poi nei saloni del palazzo Gonzaga ed, infine, nelle aule delle scuole elementari di Maderno che si trovavano nel Palazzo Benamati.
La foto sopra riprodotta riguarda il soffitto della sala da pranzo dell'Hotel Maderno.
Poi eseguì la facciata della Villa Bianchi (ex Hotel Golfo) usando una particolare tecnica chiamata  "graffito" che consiste in una incisione a "graffio" realizzata da una punta metallica su una superficie levigata di calce e sabbia, mettendo allo scoperto un sottostante strato pre-applicato, di colore diverso, come risulta dalla seguente immagine:











Anche l'Albergo Milano sul Lungolago di Maderno venne decorato






La ex villa del Dr.Carrobio in Via Aquilani a Maderno


Nonchè la vicina villa Serenella


La casa Vezzoni in Piazza Maderno

La casa Bottura in Via Garibaldi a Maderno



Ex villa Cavallero sul Lungolago di Maderno




Sulla facciata dell'ex albergo Rock, quando era una casa privata

                                                              Orfeo poeta e musicista

Decorò anche la cattedrale di S.Lorenzo a Lugano (Svizzera) e lavorò al Castello Sforzesco di Milano. Anche la decorazione della ex Casa di Riposo di Gavardo, divenuta ora Ospedale e le scuole elementari di Villanuova furono opera sua. Nel 1929 decorò un altare dedicato alla Madonna. nella Parrocchiale di Gavardo del quale conservo lo schizzo originale corniciato del disegno,
Naturalmente diverse decorazioni, risalenti a 70/80 anni fa sono state necessariamente restaurate da altri decoratori fra cui quelle della ex villa Cavallero, dell'Hotel Milano e della casa Vezzoni.

                                                                                                           Andrea De Rossi







Nessun commento:

Posta un commento