venerdì 6 aprile 2018

BOMBACCI NICOLA A MADERNO








Fra i vari gerarchi che la R.S.I. portò con sé a Maderno nel 1943 vi fu anche il famoso BOMBACCI NICOLA ex fondatore del partito comunista, amico e collega  di Mussolini  quando esercitavano l’attività di Maestri di scuola. Entrambi militarono nel partito comunista  agli inizi del ‘900 per poi dividersi politicamente .Quando Bombacci   si trovava nelle file del comunismo , gli squadristi – riferendosi alla sua barba  ne volevano  farne “uno spazzolino per pulire gli stivali di Benito Mussolini.
Con la sua famiglia (moglie e figlia) abitò in un primo tempo a Gargnano per poi trasferirsi a Maderno. In un primo tempo fu ospite del Albergo Maderno, poi si trasferì nella frazione di Gaino presso la famiglia G:B: Spagnoli (fornaio) e successivamente presso la famiglia dei fratelli Mario e Lino Zanini dove coabitò fino all’aprile 1945.
Inizialmente non aveva compiti precisi e si occupava di questioni sociali .Poi ebbe un Ufficio a Maderno presso il Ministero dell’interno  ed in fine divenne consigliere personale di Mussolini partecipando alle riunioni del Consiglio dei Ministri che si tenevano a Villa Bettoni a Gargnano.
Quando il 18 aprile 1945 Mussolini con la sua vecchia Alfa abbandonò Gargnano per recarsi a Milano, Bombacci lo accompagna sullo stesso mezzo. Nella fuga verso la Svizzera il Bombacci fu sempre nella stessa auto di Mussolini. Poi i partigiani lo prelevarono ed assieme ad altri lo fucilarono a Dongo. Il suo corpo fu esposto insieme agli altri gerarchi e a Mussolini in Piazzale Loreto a Milano, La salma fu poi sepolta nel Cimitero di Musocco.

Nessun commento:

Posta un commento